Il Punto

Quotidianamente Blog

CHOC-LA ‘NDRANGHETA LA SCIOGLIE NELL’ACIDO

Posted by simone_n su 18 ottobre 2010

Lea Garofalo, la collaboratrice di giustizia uccisa e sciolta nell’acido tra il 24 e il 25 novembre dell’anno scorso, «è stata torturata e sciolta nell’acido». Lo ha rivelato uno dei pentiti che con le sue dichiarazioni ha contribuito all’inchiesta della magistratura milanese sull’omicidio e sulla distruzione del cadavere della donna e per la quale la scorsa notte sono state notificate sei ordinanze di custodia cautelare in carcere. Il pentito, compagno di cella di Massimo Sabatino, in carcere a Campobasso da febbraio scorso per il precedente tentativo di sequestro e di omicidio di Lea Garofalo, ha riferito agli inquirenti  la confessionericevuta dallo stesso Sabatino. L’uomo, come emerge dal provvedimento del gip Giuseppe Gennari, ha raccontato agli inquirenti che i fratelli di Carlo Cosco, l’ex compagno della donna, e cioè Sergio e Giuseppe-Smith Cosco (tutti e tre arrestati) «hanno preso in consegna il furgone su cui si trovava la Garofalo, legata e imbavagliata. Successivamente – prosegue l’ordinanza – da Carlo Cosco ha saputo che la Garofalo è stata torturata in quanto da lei volevano sapere che cosa aveva dichiarato in ordine all’omicidio di un fratello di qualcuno legato a loro e che poi era stata sciolta nell’acido, così come era stato previsto nel piano concordato insieme»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: